Fortyseven Hotel in Italiano Fortyseven Hotel on English Fortyseven Hotel on France Fortyseven Hotel on Spain
podio

Mi presento: sono Macchinetta!

Ciao! 

Ciao è internazionale, un po’ come me….

Dunque eccomi qua, in carne e ossa.  (o meglio in metallo e gomma!)

Rossa come una Ferrari…la macchina dei sogni, ma anche rossa come  l’energia!

Io sono io, unica, inafferrabile, qui ma in mille posti differenti. 

Dipende da voi!!!

Ah, vi metto in guardia subito: non tentate neanche di darmi un’età. 

Non sono una novellina, ma nemmeno cosi’ antica da non accettare nuove sfide, vivere nuove emozioni…

Mi piacciono le sfide e so che questa è quella giusta, quella che aspettavo da tempo: Incuriosirvi!

Ah, oggi la gente non si incuriosisce neanche se vede la stella cometa. Questa è la mia prima missione: dovrete scoprire chi sono.

Comincerò a darvi qualche suggerimento:

Il mio nome è Macchinetta e già nel  mio nome in fondo c’è tutto.

macchinetta

Potete immaginarmi come volete, io posso essere ciò che volete: una diva, un eroe dei fumetti, un sogno, un’illusione, una macchinetta retrò…

Di me ascolterete il rombo o meglio, leggerete le mie parole, condividerete la mia passione, la mia gioia di vivere, curiosità e inganno, ricerca del bello, del mistero, del sapore della vita….

E i viaggi…. Oh se adoro i viaggi….

Viaggiare è come uscire dal proprio corpo, tuffarsi e avvolgersi in un cielo diverso, in un mondo diverso, lasciarsi tutto alle spalle per poi desiderare di tornare….diversi.

Il viaggio ti cambia sempre, impercettibilmente, ma ti cambia. 

E’ come quando suoni il pianoforte e poi prendi in mano un violino e scopri di amare suoni diversi… e poi il flauto e poi la chitarra e ti innamori, ogni volta di più.

A me capita sempre così, ma la cosa non mi spaventa….mi eccita!

Voglio raccontarvi i miei viaggi, lunghi, corti, ricchi, vuoti, luoghi lontani o vicini che siano, reali o immaginari, comunque viaggi: 

Emozioni!

Ho già delle idee in testa, sapete?

Ma non voglio svelarvi nulla.

Oh non vi racconterò le solite cose, andrò oltre, alla ricerca dell’insolito, alla negazione dei luoghi comuni, perché guardo le cose con “fari” diversi dai vostri.

Per oggi vi ho già detto troppo… ora torno nel mio posto preferito (dovrete scoprire anche questo di me) e mi preparo per la nostra nuova avventura insieme.

Il mio prossimo rombo arriverà presto 

Restate all’ascolto! Wrooom!