Goya e Caravaggio: verita’ e ribellione

Fino al 25 Febbraio 2024 i Musei Capitolini di Roma ospitano la mostra Goya e Caravaggio: verita’ e ribellione all’interno della Sala di Santa Petronilla.

La mostra

Goya e Caravaggio: verità e ribellione in mostra ai Musei Capitolini fino al 25 Febbraio 2024. L’esposizione mette a confronto le opere di due grandi artisti: Buona Ventura (1597) di Caravaggio e El Quitasol (Il Parasole) di Goya, in prestito dal Museo Nazionale del Prado di Madrid.

E’ possibile riscontrare diverse analogie tra i due capolavori, nonostante siano stati realizzati a distanza di 180 anni. I dipinti appartengono al periodo giovanile di Caravaggio e Goya, i soggetti sono una donna e un uomo rappresentati durante la vita di tutti i giorni. Infine, entrambe le opere si caratterizzano per il rifiuto delle norme stilistiche e iconografiche dell’epoca. Infatti, se da un lato possiamo considerare Caravaggio il primo pittore moderno, Goya è stato un pioniere dell’arte contemporanea.

El Quitasol rappresenta una scena di vita quotidiana, al contrario di quanto voleva l’arte nordica fiamminga, che prediligeva il tema della caccia o allegorie. La ragazza in primo piano è una donna del popolo, vestita con un abito elegante francese, come voleva la tradizione spagnola nei giorni di festa. I protagonisti della tela però sono i colori vivaci e luminosi, che testimoniano la conoscenza di Goya della pittura antica. Alcuni aspetti invece, come l’interpretazione fortemente realistica e i giochi di luce con il bianco di piombo, potrebbero ricondurre all’influenza dell’opera Buona Ventura. Goya infatti aveva avuto modo di ammirare la tela di Caravaggio nel periodo in cui studiò a Roma.

 

Quando: dal 12 Gennaio 2024 al 25 Febbraio 2024

Dove: Musei Capitolini – Piazza del Campidoglio 1, Roma

Biglietto: intero 13 €; ridotto a partire da 9,50 €

 

Visita la mostra dedicata a Caravaggio e Goya ai Musei Capitolini di Roma soggiorna al 47 Boutique Hotel.

Per maggiori informazioni sugli orari visita il sito ufficiale oppure chiedi al nostro staff scrivendo [email protected] o recandoti direttamente alla reception.